All'interno
Home / Spazio transnazionale / Elezioni anticipate in Israele. Netanyahu VS Gantz

Elezioni anticipate in Israele. Netanyahu VS Gantz

Sergio Della Pergola (Statistico, saggista e accademico italiano naturalizzato israeliano) e Daniel Reichel (Animatore di Pagine Ebraiche) illustrano a RadioRadicale i motivi delle Elezioni iin programma in Israele il 9 aprile 2019.

Martedì in Israele si vota per rinnovare la Knesset, il Parlamento unicamerale israeliano incaricato tra le altre cose di votare la fiducia al governo. Il principale favorito è l’attuale primo ministro uscente, il conservatore Benjamin Netanyahu, che nonostante gli scandali che lo hanno colpito negli ultimi anni sembra avere buone probabilità di ottenere un quinto mandato (il quarto consecutivo), traguardo che prima di lui aveva raggiunto solo David Ben-Gurion, fondatore dello stato di Israele. Netanyahu dovrà vedersela soprattutto con Benny Gantz, ex capo dell’esercito israeliano e oggi alla guida di un’alleanza politica di centro che include tre partiti. Né Netanyahu né Gantz comunque raggiungeranno da soli la maggioranza assoluta dei seggi, ed entrambi proveranno ad allearsi con alcuni dei partiti che supereranno lo sbarramento del 3,25 per cento fissato per entrare in Parlamento.

Le elezioni di martedì sono elezioni anticipate, convocate da Netanyahu nel dicembre 2018 a causa della fragilità della maggioranza di governo e delle indagini avviate dalla magistratura sul suo conto. È molto difficile fare previsioni sull’esito del voto, ma qualcosa si può già dire sui fenomeni che negli ultimi anni hanno cambiato il contesto politico: lo spostamento a destra della gran parte dei partiti, la perdita di rilevanza della questione palestinese, le intenzioni degli ultraortodossi e degli arabi israeliani e l’importante ruolo che ha avuto il presidente statunitense Donald Trump negli ultimi mesi di campagna elettorale.

Ascolta anche

Spazio transnazionale mattina, 17 agosto 2019

Crisi italiana e stampa internazionale – NYT: Rivelazione Obama-Biden – Trump vuole comprare la Groenlandia …

radioradicale.it