All'interno
Home / Spazio transnazionale / Egitto, al Sisi vince il referendum, resterà al potere fino al 2030

Egitto, al Sisi vince il referendum, resterà al potere fino al 2030

Remigio Benni (Analista) in collegamento dall’Oman analizza i risultati del Referendum svoltosi in Egitto e commenta l’attivisto diplomatico dell’Oman.

Il generale Abdel Fattah al-Sisi Sisi incassa l’ultimo risultato della sua militarizzazione del potere. Con l’88,83% dei voti a favore, il presidente egiziano ha vinto il referendum costituzionale convocato appena una settimana fa, un tempo insufficiente a garantire una vera campagna elettorale e un dibattito, e potrà restare al potere fino al 2030.

Le modifiche alla Costituzione sono state sottoposte al giudizio popolare dopo che una settimana fa il Parlamento aveva approvato con 531 voti su 554 una serie di emendamenti. Tra questi, c’era l’estensione del mandato presidenziale da quattro a sei anni, l’abolizione del limite di due mandati, l’aggiunta di una Camera alta al Parlamento (abolita nel 2014), nuovi poteri presidenziali per nominare i giudici e il procuratore generale e l’inserimento tra i compiti costituzionalmente previsti per l’esercito della difesa della Costituzione e della democrazia e della “composizione fondamentale del Paese e la sua natura civile”.

Ascolta anche

Addio a Gianni De Michelis

Il ricordo di Gianni De Michelis. A RadioRadicale Gianluca Ansalone (Analista), Maurizio Caprara (Editorialista del …

radioradicale.it