All'interno
Home / Spazio transnazionale / La Romania assume la presidenza della UE

La Romania assume la presidenza della UE

Alina Harja (Giornalista rumena) presenta a RadioRadicale la strategia del Governo rumeno per i suoi mesi ai vertici. La Romania ha scelto di insistere sul pilastro della coesione, declinato in quattro sfumature diverse: «Europa della convergenza, un’Europa più sicura, l’Europa come attore forte sulla scena mondiale e l’Europa dei valori comuni».

Per inaugurare il suo semestre ai vertici dell’Ue, il governo rumeno ha scelto una slogan abbastanza ottimistico: «Coesione, un valore comune in Europa». Bucarest esercita dal 1 gennaio al 30 giugno 2019 la presidenza del Consiglio dell’Unione europea, una carica che viene assegnata a rotazione a tutti gli Stati membri. È la prima volta in assoluto nella storia del Paese, entrato nell’Ue nel 2007 e in attesa di fare il salto alla valuta unica, quando saranno raggiunti tutti i requisiti per pensionare il vecchio leu rumeno.

Il numero uno della Commissione europea, Juncker riconosce alla classe politica rumena una certa «preparazione tecnica», ma teme che il governo non sia in grado di «ascoltare tutti» i partner europei, oltre a mancare di quella «compattezza» indispensabile per conservare il timone delle istituzioni nei mesi che precedono le urne.

Ascolta anche

Caos Medioriente: Tensione con l’Iran, soldati USA nell’area, Egitto: stato d’emergenza

Usa valutano invio di truppe in Medio Oriente dopo l’attacco alle due petroliere nel Golfo …

radioradicale.it