All'interno
Home / Spazio transnazionale / Parla Viktor Elbling, nuovo Ambasciatore tedesco in Italia

Parla Viktor Elbling, nuovo Ambasciatore tedesco in Italia

RadioRadicale intervista presso l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, S.E. Viktor Elbling, nuovo Ambasciatore tedesco in Italia.

GUARDA IL VIDEO!

“E’ un momento interessante per le relazioni bilaterali tra Italia e Germania e per l’Europa in generale”, dice a RadioRadicale Viktor Elbling, nuovo Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia. “Siamo convinti che abbiamo bisogno di un Europa unita e forte per poter fronteggiare i grandi temi internazionali del momento. Per noi l’Europa è una soluzione alle sfide che abbiamo difronte, non un problema”.

Sulla questione dei migranti “secondari” – i circa 60.000 migranti approdati in Italia e poi direttisi in Germania senza fare richiesta d’asilo – la Germania aveva parlato di accordo in essere, il ministro dell’Interno Salvini lo aveva smentito. L’Ambasciatore dice: “C’è un accordo dove mancano ancora le firme dei due governi. Funziona bene da ambedue le parti, è stato negoziato, credo con successo, nelle ultime settimane. Il Governo tedesco sarebbe molto lieto di poterlo firmare appena possibile”. Per Viktor Elbling il dossier immigrazione “è un tema in cui la solidarietà e la cooperazione europea è necessaria. Stiamo negoziando una riforma del modello di Dublino e siamo per una soluzione che funzioni per tutto i paesi europei. Come sapete la Germania è stato nel 2015 il Paese che ha accolto più migranti e la gran maggioranza di questi è rimasta da noi e si è ben integrata nel mercato tedesco”.

Sulle voci che riportano la possibile volontà italiana di sforare il rapporto deficit-pil, l’Ambasciatore tedesco è molto chiaro: “E’ una questione che si discute a Bruxelles, che non si tratta bilateralmente tra Italia-Germania. Siamo tutti d’accordo che abbiamo bisogno di più crescita economica in Europa, ma, detto questo, abbiamo regole europee che ci siamo dati e riteniamo che ci si debba attenere a queste”.

“Non volevamo il Brexit”, dice l’Ambasciatore Elbling. “È importante mantenere una buona relazione con Londra anche in futuro. È necessario trovare un accordo nei mesi che restano. Non possiamo fare passi indietro sui punti fondamentali che reggono il nostro libero scambio. Non modificheremo questo setting così importante per noi, che altri paesi nel mondo ci invidiano. Non trovare un accordo sarebbe grave e farebbe male ad entrambe le parti. Mi auguro vinca il buon senso”.

La scelta europea di aggirare le sanzioni americane all’Iran rappresenta per Viktor Elbling “l’esempio di quanto sia importante l’unità europea. Siamo importanti come partner di negoziato solo se siamo uniti. Ogni singolo paese europeo è troppo piccolo rispetto a grandi paesi. Sul tema dell’accordo con l’Iran, noi europei abbiamo un’altra posizione rispetto all’attuale Amministrazione USA. Vogliamo rimanere nell’accordo, vogliamo che l’accordo vada avanti e stiamo trovando strade per continuare gli scambi commerciali con la Repubblica Islamica, paese per noi importante, che ci risulta stia rispettando gli accordi. La stabilità della regione, per noi, passa anche da quell’accordo”.

“Anche la Germania ha movimenti populisti di destra che vanno presi sul serio”, conclude l’Ambasciatore nella sua intervista a RadioRadicale, per la trasmissione Spazio transnazionale. “Vanno presi sul serio perché sono cittadini preoccupati e hanno dei timori. La politica e i partiti devono rispondere a queste preoccupazioni. Mi sembra molto chiaro. La Germania continua comunque ad essere un paese molto stabile nei suoi governi”.

 

Ascolta anche

Olimpio: Cosa sappiamo e cosa no sul Caso Khashoggi

Tutte le novità sul caso Khashoggi raccontate a Radioradicale da Guido Olimpio (Editorialista e analista …

radioradicale.it