All'interno
Home / Spazio transnazionale / Sapelli: Bisogna rinegoziare i trattati europei

Sapelli: Bisogna rinegoziare i trattati europei

Giulio Sapelli (Storico dell’Economia) analizza l’attuale fase politica italiana alla ricerca di un governo.

 

“Va benissimo. Sono onorato che il Presidente della Repubblica dall’alto del suo Colle dedichi attenzione a questa miseria che è il prof. Sapelli. Ricordo però che nelle scuole di giornalismo nord-americane, si diceva che una smentita era pari a due affermazioni.”

Così Giulio Sapelli, storico dell’Economia, ai microfoni di RadioRadicale, commenta la precisazione di oggi dell’Ufficio Stampa del Quirinale sulla sua possibile candidatura alla Presidenza del Consiglio.

Intervenuto nella trasmissione Spazio transnazionale, Sapelli è tornato sui contatti con Lega e M5S: “Mi hanno chiamato, ho risposto affermativamente perchè questo programma generale mi andava bene. Amo la mia Patria e temo un altro governo Monti, un altro governo che possa calpestare in qualche modo il governo degli italiani. Mi ero offerto a questa avventura che mi sembrava molto rischiosa, ma ritengo che la Madonna Consolata, protettrice di Torino, mi abbia messo la mano in testa togliendomi questo calice”.

Alla domanda su cosa avrebbe voluto realizzare da Presidente, il professore ha risposto: “Una sola cosa, annunciata da Matteo Salvini in campagna elettorale: rinegoziare i trattati europei! Se non li rinegoziamo ci asfaltano e l’Italia tra un pò tornerà un Paese devastato dalla povertà, com’era nella prima metà dell’800”.

 

Ascolta anche

Spazio transnazionale mattina, 18 agosto 2018

Venezuela, Maduro moltiplica per 34 volte il salario minimo – Soros lascia l’Ungheria – Terribili …

radioradicale.it