All'interno
Home / Speciali / Il caso Chico Forti

Il caso Chico Forti

Speciale della trasmissione di RadioRadicale dedicata all’attualità internazionale, sulla vicenda di Enrico Forti, detto Chico, condannato nel 2000 per omicidio negli Stati Uniti e sempre dichiaratosi innocente e vittima di un errore giudiziario.

Intervengono: Roberta Bruzzone (Criminologa, opinionista e psicologa forense), Tito Giovannini  (Vice presidente del Comitato “Una Chance per Chico”), Ferdinando Imposimato (Magistrato, politico e avvocato italiano) e Giulio Terzi di Sant’Agata (Diplomatico, già ministro per gli Affari Esteri).

Conduce Francesco De Leo

Ascolta anche

Esercito Europeo. Ci siamo?

Vincenzo Camporini (Vice Presidente dell’Istituto Affari Internazionali, già Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare e …

  • Claudio Giusti

    Una banda di incompetenti che parlano di cose che non conoscono e nemmeno capiscono.

  • Claudio Giusti

    Chico Forti era patrocinato da due dei più famosi e costosi avvocati di Miami: Donald Bierman e Ira Loewy; senza contare il suo amico avvocato e senatore Paul Steinberg.
    In ogni caso la storia della fimetta mancante è già passata in habeas corpus nel 2004.

  • Claudio Giusti
  • Claudio Giusti

    Di buono c’è che nessuno parla più della “sentenza basata su di una sensazione”. Evidentemente i miei interventi hanno sortito l’effetto voluto.

  • Claudio Giusti

    Chico Forti non ha mentito alla polizia: ha mentito a tutto il mondo. Alle 19.16, subito dopo l’omicidio, ha telefonato alla moglie dicendole che la vittima NON era arrivata. In ogni caso il suo è stato un lungo processo di 18 udienze.

  • Claudio Giusti

    “There is only one way. It doesn’t matter anymore he did not get a fair trial. It doesn’t matter anymore his layer was incompetent. That’s over. Those appeals had been done and completed. That’s over. The only one way to reopen this case is to get new evidence that wasn’t available to the defense at the trial. New evidence that shows his innocence.”
    Avv. Joe Tacopina, intervista a Red Ronnie, Roxy Bar Tv, 11 sept 2014

    Ovvero: tutto quello che dicono gli italiani è semplicemente falso.

  • Claudio Giusti

    Le possibilità che esca dalla “porta di servizio” sono esattamente pari a zero.

  • Claudio Giusti

    I parlamentari italiani si sono occupati del caso a partire dal 2000 e sono arrivati a votare due deliranti mozioni in cui hanno spiegato al governo americano come si fanno i processi, come si fanno gli appelli e come si rispettano i diritti umani. Letta prima e Gentiloni poi hanno consegnato dei documenti al Prez. Obama. Non risulta che Terzi abbia fatto qualcosa.

  • Claudio Giusti

    C’è un solo modo per fare parlare del caso Chico Forti, scrivere.

    Scrivete ai giornali della Florida,alle radio e alle televisioni. Scrivete al Governatore Rick Scott, all’Attorney General Pam Bondi. Scrivete al Board of Pardons and Parole e a Katherine Fernandez Rundle, lo State Attorney della Miami Dade County. Scrivete ai deputati e senatori statali e federali della Florida. Scrivete ai grandi quotidiani americani e ai loro corrispondenti in Italia. Scrivete ai corrispondenti italiani in Usa. Scrivete in inglese, ma va bene anche l’italiano. Scrivete, perché più scriverete più possibilità ci sono che di Chico Forti si parli in America.

  • Claudio Giusti

    L’infedele patrocinio è una bufala. Gli avvocati di Forti non hanno commesso errori. Al massimo hanno perso un pizzino di carta.
    Interessante constatare che nessuno parla più dell’inesistente testimonianza del tedesco e della fantasiosa telefonata fatta dalla vittima.

  • Claudio Giusti

    Fortunatamente non hanno trovato la Zamparutti. Ci siamo risparmiati un sacco di sciocchezze.

  • Claudio Giusti

    OOOOOHHHHH!!!!!!!! Sono sempre disposto ad un leale dibattito in pubblico.

    Perché questa montagna di sciocchezze non è stata raccontata a un giornale americano ???
    Perché non si è chiesto aiuto ad una delle molte organizzazioni che si occupano di innocenti ???????

  • Claudio Giusti

    Ma nel partito radicale e in nessuno tocchi caino c’è qualcuno che sia in grado di intendere e volere ?????

radioradicale.it