All'interno
Home / Spazio transnazionale / Calculli: E ora? Il conflitto in Siria dopo l’incontro Putin-Tillerson

Calculli: E ora? Il conflitto in Siria dopo l’incontro Putin-Tillerson

Marina Calculli (Si occupa di relazioni internazionali del Medio Oriente. È assegnista di ricerca presso l’Università L’Orientale di Napoli, ed è affiliata presso il St Antony’s College (Middle East Centre) dell’Università di Oxford) analizza per RadioRadicale il conflitto siriano entrato nel suo settimo anno.

Ascolta anche

L’Ue di Juncker, la Brexit, la Catalogna, Macron e le elezioni tedesche

I dossier caldi dell’Unione Europea dopo il Discorso sullo Stato dell’Ue del presidente della Commissione …

  • sennacherib

    ma di che state parlando?
    Le armi chimiche Assad le ha consegnate agli USA nel 2013 e una nave statunitense le ha distrutte nel mare davanti all’italia.
    Le armi chimiche le hanno Isis e cosiddetti ribelli, procurate sempre sai Sauditi e passate dalla Turchia.
    Ma non ci vogliamo accorgere che la Siria è stata oggetto di una guerra venuta da fuori, provocata da Sauditi e vassalli con la benedizione USA. Quello di Assad non è un regime amichevole, ma qui si tratta di una aggressione esterna.
    È la stessa storia da sempre: si inizia una campagna di crinimalizzazione di uno stato e si fa bere all’opinione pubblica la necessità della guerra.
    Ci facciamo prendere in giro da decenni e continuiamo!

radioradicale.it