All'interno
Home / Spazio transnazionale / Governo in Spagna. Forse ci siamo

Governo in Spagna. Forse ci siamo

In Spagna, un accordo insperato tra il Partito popolare del premier facente funzione Mariano Rajoy e Albert Rivera, leader dei centristi di Ciudadanos, potrebbe finalmente portare a un accordo di governo dopo due elezioni, un’infinità di negoziati, consultazioni e abboccamenti inutili e 275 giorni trascorsi senza un esecutivo eletto. Gli ultimi giorni avevano portato nuove preoccupazioni agli osservatori della politica di Madrid, e ormai tra gli analisti la possibilità di una seconda ripetizione delle elezioni, le terze in un anno, non sembrava più un’ipotesi così remota. Il nodo degli accordi sembrava insolvibile, e il Parlamento era a tal punto incancrenito che la presidente del Congresso, giusto ieri, annunciava che i deputati non erano riusciti a mettersi d’accordo su quali posizioni i vari gruppi avrebbero occupato all’interno dell’Aula e che si sarebbe rimandata la questione alla settimana prossima. A RadioRadicale analizza l’attuale fase della politica interna spagnola Leonida Tedoldi (Insegna Storia delle istituzioni politiche e Storia delle istituzioni internazionali all’Università di Verona).

Ascolta anche

L’accordo dell’Unione europea con la Cina

Trasmissione speciale di RadioRadicale dedicata al “Comprehensive Agreement on Investment” (CAI), l’accordo bilaterale per gli …

radioradicale.it