All'interno
Home / Extra / Interventi umanitari: Dal Kosovo alla Siria
Kosovo

Interventi umanitari: Dal Kosovo alla Siria

Cremonesi: E’ evidente che quanto avviene oggi in Medio Oriente è figlio di quello che è avvenuto negli ultimi 14 anni, degli interventi e non-interventi della Comunità Internazionale, con gli Stati Uniti in testa.

Ferrara: La natura della Responsabilità di Proteggere è ambivalente. Fin quando non risolveremo questo nodo, che non è un nodo solamente giuridico, ma un nodo politico, assisteremo a un’ incoerenza di fondo nella Comunità Internazionale sul tema della protezione dei diritti delle persone.

Jean: Il grosso problema è che con l’intervento umanitario vengono adotte giustificazioni di interessi molto più contingenti.

Perduca: Quando nel ’99, all’indomani dell’ennesima Conferenza di Pace, si capì che c’erano tante dichiarazioni, ma nessuna azione conseguente, avendo ormai esaurito tutti i possibili remedi politici, istitutuzionali e legali, i Radicali non si tirarono in dietro, quando c’era da prendere la drammatica decisione di unirsi alla Coalizione.

Politi: La dottrina della reponsabilità di proteggere soltanto come ultimo strumento prevede la possibilità di un intervento collettivo, ma sempre nel quadro della Carta delle Nazione Unite.

Diritti umani e tradizione radicale  

Laura Harth, ricercatrice sui diritti umani e democratizzazione,  per oltreradio cura un ciclo di trasmissioni sui diritti umani e la tradizione radicale. Questa puntata è dedicata alle parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella del 28 marzo 1999, 4 giorni dopo l’inizio delle operazioni NATO in Kosovo: “La nostra scelta di consentire all’operazione non è stata frutto solo dell’appartenenza alla NATO, ma è stata soprattutto decisa per la grave violazione dei diritti umani che nel Kosovo viene perpetrata”.

I Radicali furono fra i primi a lanciare l’allarme sulla situazione balcanica, disastrosa in termini umanitari e a chiedere un intervento, anche militare, della comunità internazionale.La domanda che ci poniamo in questa puntata è: oggi, a che punto è la dottrina degli interventi umanitari? E’ ancora valida o le condizioni globali sono cambiate a tal punto che un tale principio non è più utilizzabile? Quali possono essere le eventuali alternative?

Intervengono: Lorenzo Cremonesi (Inviato speciale del Corriere della Sera), Pasquale Ferrara (Segretario Generale dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze), Carlo Jean (Generale, esperto di strategia militare e geopolitica), Marco Perduca (già Senatore radicale e Rappresentante del Partito Radicale all’ONU), Mauro Politi (Professore all’Università di Trento, già giudice alla corte penale internazionale, membro attuale del Comitato ONU per i Diritti Umani).

 

 

Ascolta anche

Elisabetta II Regina. Il libro

“Quando ero piccolo leggevo le storie di una principessa fatata. Esiste davvero”. Harry S. Truman, …

radioradicale.it